Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Il sogno cinese di Matteo Ricci

Pechino: «Nel 1715 il Papa condannò definitivamente i riti cinesi nella bolla Ex Illa Die. Inviò il patriarca di Alessandria per chiedere all' imperatore di permettere ai suoi sudditi di professare il cristianesimo nella forma prescritta da Roma e di riconoscere la giurisdizione del Papa sui cristiani cinesi. L' imperatore Kangxi, indignato che un barbaro pretendesse di insegnare ai cinesi come interpretare la Grande Dottrina, ovvero il cattolicesimo, minacciò di vietare il culto cristiano».

leggi tutto        

Matteo Ricci, vestito da bonzo e in missione evangelica alla corte dei mandarini

di Maurizio Stefanini

Gesuiti euclidei/ vestiti come dei bonzi per entrare a corte degli imperatori/ della dinastia dei Ming". La canzone di Franco Battiato la conoscono in tanti, ma forse nessuno degli stessi estimatori del cantautore siciliano sa che il missionario in questione esistette davvero e che si chiamava Matteo Ricci. 0 Li Madou, come lo ribattezzarono i cinesi, pronunciando "Ricci Matteo" al modo loro. Nato nel 1552 a Macerata, inviato in Asia nel 1578, si "vestì da bonzo" perché gli avevano detto che erano i monaci buddhisti gli unici religiosi stranieri ammessi nel Celeste Impero.

Il Foglio

leggi tutto