Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Padre Matteo Ricci si "presenta" alle Olimpiadi

Un depliant per illustrare la figura del "Gesuita che amò la Cina" Tradotto in inglese e cinese, contiene le sentenze del Trattato sull'amicizia, la prima opera scritta in lingua dal letterato nel 1595

Padre Matteo Ricci e le Olimpiadi. Un connubio interessante e originale, che lega la figura del grande religioso ad un evento sportivo previsto nelle prossime settimane a Bejing-Pechino, dove si trova ancora la tomba del letterato maceratese nato nel 1552.

leggi tutto        

Il gesuita che disegno' la Cina

di Federico Rampini

Pechino: Nel 1584 il gesuita-scienziato Matteo Ricci, che già da due anni viveva in Cina, vi realizzò un planisfero disegnato secondo la tradizione cartografica europea: con il nostro continente al centro e il Celeste Impero relegato sul bordo orientale della mappa. L' opera fu accolta dal gelo. Già per i cinesi era un trauma dover accettare il ridimensionamento del loro impero, in un mondo improvvisamente affollato da altre terre vaste e lontane. Vedersi per di più confinati alla periferia era una mancanza di rispetto, una raffigurazione offensiva.

leggi tutto