Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Due Convegni internazionali dedicati a p. Matteo Ricci, “plasmato dai cinesi”

Nell’ambito delle celebrazioni per il 400° anniversario della morte del missionario gesuita maceratese p. Matteo Ricci (Macerata 1552-Pechino 1610), sono stati promossi due convegni internazionali dedicati alla sua figura ed alla sua opera missionaria. La prima iniziativa è una giornata di studio promossa dalla Pontificia Università Gregoriana che si svolge oggi, 2 marzo, a Roma, ed ha per tema una espressione dello stesso Ricci: “In tutto mi accomodai a loro” e per sottotitolo “P. Matteo Ricci plasmato dai cinesi”. Tra gli argomenti affrontati: l’esperienza iniziale di Matteo Ricci a Zhaoqing; singifica e importanza di Matteo Ricci per l’attuale evangelizzazione in Cina; p. Matteo Ricci plasmato dai cinesi.
Il secondo convegno, dal titolo “Scienza, ragione, fede. Il genio di padre Matteo Ricci” si terrà invece a Macerata, presso l’Auditorium San Paolo, dal 4 al 6 marzo. E’ promosso dalla Diocesi di Macerata,Tolentino,Recanati,Cingoli,Treia, dalla Casa generalizia della Compagnia di Gesù e dall’Istituto Teologico Marchigiano. Il programma prevede l’apertura dei lavori, con i saluti delle autorità e due relazioni dedicate a “Ragione, cultura e fede” (Card. Camillo Ruini) e “Astronomia, scienza e fede” (Prof. Marco Bersanelli). Quindi la prima sessione approfondirà “il contesto storico-ecclesiale e la formazione di P. Matteo Ricci”, e la seconda sessione del convegno gli “strumenti e i percorsi culturali nel dialogo con i cinesi”. A conclusione è previsto un Concerto in onore di p. Matteo Ricci nella Cattedrale di San Giuliano a Macerata.


Fonte:

Agenzia Fides

2 marzo 2010