Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Si è chiuso con successo a Macerata il convegno internazionale su Padre Matteo Ricci

Oltre ottocento persone, ospitate nella giornata di apertura al Teatro Lauro Rossi e, in contemporanea, presso l’Auditorium San Paolo, e circa mille, in totale, gli accessi al sito www.diocesimacerata.it. Queste le prime cifre del Convegno internazionale «Scienza Ragione Fede. Il genio di Padre Matteo Ricci», svoltosi a Macerata dal 4 al 6 marzo, che si è rivelato un successo superiore a qualsiasi aspettativa, come testimoniato dalla straordinaria adesione di pubblico.

Concepita come uno dei più rilevanti e prestigiosi appuntamenti di questo IV Centenario dalla morte di Padre Matteo Ricci, la tre giorni dedicata al missionario marchigiano è stata arricchita dagli approfonditi interventi dei diversi specialisti, italiani e internazionali, del mondo accademico ed ecclesiale che hanno fornito pregevoli argomentazioni in grado di spiegare ancora meglio la figura e l’operato, incredibilmente attuali, di Li Madou. Dai docenti ai seminaristi, dalle autorità civili e religiose ai cittadini, fino ai molti giovani (per lo più studenti universitari): numerosi sono stati i partecipanti che hanno risposto con interesse al Convegno promosso dalla Diocesi di Macerata – Tolentino – Recanati – Cingoli – Treia.

Secondo i dati registrati, 385 sono stati gli accessi on line rilevati giovedì 4 marzo, con i lavori aperti dalla Prolusione di S. Em. il Cardinal Camillo Ruini (nella foto), Presidente del Comitato per il Progetto Culturale della CEI. Per la prima sessione, dal titolo «Il contesto storico-ecclesiale e la formazione di P. Matteo Ricci», e la seconda parte incentrata su «Strumenti e percorsi culturali nel dialogo con i cinesi», tenutesi entrambe venerdì 5 marzo, si sono registrati invece 347 accessi, mentre ha raggiunto una media di 150 accessi la terza e ultima giornata, sabato 6 marzo, con la sessione «L’inculturazione del Vangelo nella società cinese», introdotta da S. Em. il Cardinal Stanislaw Rylko. Il Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici ha specificato come «il genio del gesuita maceratese, la sua persona e la sua opera continuino ad esercitare un enorme fascino anche nella nostra epoca: Matteo Ricci, infatti, insegna a tutti noi oggi l’arte preziosa di “incidere” le culture con la Parola di Dio che salva».

Successo anche per il Concerto «Armonie fra cielo e terra», omaggio musicale in onore di Padre Matteo Ricci e di Giovanni Battista Pergolesi, svoltosi venerdì sera a Macerata, nella Cattedrale di San Giuliano gremita di gente.

Più di 150, inoltre, sono stati gli utenti che complessivamente hanno seguito in diretta web l’evento, con diversi accessi provenienti dallo Stato Vaticano e anche dagli Stati Uniti. Particolarmente significativo è da sottolineare infine il fatto che, nei primi giorni di marzo, gli accessi riscontrati all’indirizzo web della Diocesi di Macerata siano stati 1353, con un eccezionale incremento del 97% rispetto alla media ordinaria.


Fonte:

Cronache Maceratesi

6 marzo 2010