Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


La vita spirituale di P. Matteo Ricci

di Don Benedetto Testa

La vita spirituale di Padre Matteo Ricci si presenta in azione, la si può rilevare solo dall’esistenza concreta quotidiana. È caratterizzata da un’azione misteriosa dello Spirito Santo, costantemente accolta con gioia e in modo pieno.

Le circostanze poi hanno permesso al Ricci, tramite le scienze e la ragione, di annunciare Gesù Cristo e di introdurre, insieme ai suoi confratelli, una specifica ed esemplare modalità missionaria.

Data questa situazione, la vita spirituale riflette con chiarezza la disponibilità a seguire queste circostanze e ogni occasione come grazia divina.

Il presente studio evidenzia inoltre alcuni punti della spiritualità ricciana: l’amore e la dedizione al regno di Cristo e al prossimo, l’esercizio delle virtù della fede, speranza e carità, la partecipazione alle sofferenze di Cristo, il richiamo alle aspirazioni e alle esigenze umane e all’obiettivo fondamentale dell’uomo.

La vita spirituale ricciana la si comprende in modo completo, tenendo presente anche l’ammirazione e la stima per la sua santità e il suo comportamento attraente da parte di coloro che lo incontravano.

Don Benedetto Testa, Sacerdote della diocesi di Macerata, ha compiuto gli studi filosofici e teologici presso la Pontificia Università Gregoriana conseguendo il dottorato in teologia. Ha conseguito inoltre il dottorato in filosofia all’Università degli Studi di Macerata. Attualmente è docente di teologia dogmatica e sacramentaria presso l’Istituto Teologico Marchigiano di Ancona.

Ha partecipato come perito all’assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi del 1990. Oltre a numerosi articoli apparsi su varie riviste teologiche, ha pubblicato: La concezione teologica della preghiera per l’unità dei cristiani (1969); Rivelazione e storia. Uno studio sulla filosofia della religione di G.E. Lessino (1981); La religiosità dei giovani. Ricerca tra gli studenti medio-superiori del Maceratese (1981, in collaborazione); La nuova evangelizzazione dell’Europa nel magistero di Giovanni Paolo II (1991); L’iniziazione cristiana. Una riflessione teologica (2006); I sacramenti della Chiesa (2007); L’evangelizzazione della cultura e l’interculturazione del fatto cristiano.


Fonte:

pmatteoricci.it

6 marzo 2010