Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Serata di benvenuto a studenti cinesi a Sarnano: annunciato il restauro della tomba di Padre Matteo Ricci

un momento della serataUna serata-spettacolo all'insegna dell'amicizia, "Tra musica e poesia", ha dato il benvenuto, sabato al teatro della Vittoria di Sarnano, agli studenti cinesi ospiti dell'associazione Antiche Torri, nell'ambito del progetto "Marco Polo". La serata è stata promossa dall'associazione culturale sarnese, con il patrocinio del Comitato celebrazioni ricciane, il Comune di Sarnano, la Comunità montana Monti Azzurri ed il Circolo di Piazza Alta.

Si tratta di 64 giovani d'età compresa tra i 19 e 20 anni che frequenteranno il prossimo anno le università italiane nell'ambito dell'accordo Italia Cina. A Sarnano soggiorneranno per sei mesi per frequentare il corso, tenuto dai docenti dell'associazione, per il conseguimento della certificazione della lingua italiana, propedeutica all'ammissione alle facoltà universitarie.

Gli stessi giovani, insieme ai cantanti Elisa Baggi, e Jang Hui (soprani) al basso Massimiliano Fiorani (basso) accompagnati al pianoforte da Tiziana Muzi, hanno calcato le scene del teatro della Vittoria per il saggio tra Poesia e musica, in cui sono stati letti brani in italiano e cinese, tratti dall'opera di padre Matteo Ricci "L'Amicizia ed eseguite musiche e romanze della tradizione classica del 500 e 700.

A fare gli onori di casa la presidente dell'associazione Antiche Torri Dea Pellegrini, il sindaco di Sarnano Franco Ceregioli, cui sono seguiti i saluti del presidente del Comitato celebrazioni padre Matteo Ricci Adriano Ciaffi, del presidente della Provincia Franco Capponi e dell'assessore al Turismo provinciale Giuseppe Pezzanesi.

Nel corso della serata, l'avv. Ciaffi ha annunciato il restauro - a cura del Ministero italiano ai Beni culturali - della tomba di padre Matteo Ricci che si trova a Pechino, all'interno del cimitero di Zhalan, nel Collegio Amministrativo nella periferia nord-ovest della città.

Dell'opera è stato incaricato l'arch. Caro Birrozzi dell'Istituto superiore per la conservazione ed il restauro del Ministero dei beni culturali, presente anch'egli alla serata . Entro il 15 marzo saranno presentati gli elaborati alle autorità cinesi per l'autorizzazione ai lavori.

Parole di apprezzamento per l'associazione Antiche Torri sono state espresse dagli interventi, una realtà cresciuta notevolmente in questi anni che merita il sostegno ed il riconoscimento come istituto permanente per le attività svolte nel settore culturale e della formazione. Il centro promuove infatti la valorizzazione della cultura e della lingua italiana collabora con università e istituzioni quali il Dipartimento di Linguistica dell'Università di Roma Tre, l'Università per Stranieri di Siena e Perugia. L'Associazione ha, inoltre, stipulato convenzioni con l'Università di Camerino e con l'Università Politecnica delle Marche di Ancona, per cui i giovani che frequentano i Corsi di lingua italiana possono poi iscriversi ai Corsi di laurea presso queste due università.


Fonte:

padrematteoricci.it

8 marzo 2010