Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Dedicata a Matteo Ricci la 46esima stagione lirica dello Sferisterio Opera Festival

di Anna Feliziani

E’ dedicata ai 400 anni della morte di Padre Matteo Ricci la 46esima stagione lirica dello Sferisterio Opera Festival di Macerata

A maggior gloria di Dio è il titolo dell’edizione di quest’anno, che, riprendendo il motto dei Gesuiti, intende intende unire la tradizione canora maceratese, di uno dei teatri italiani più interessanti, con l’occasione di celebrare la morte di un macerate tra i più illustri, Matteo Ricci, ritenuto universalmente un importante ponte tra Oriente e Occidente. In un contesto in cui le opere proposte dallo Sferisterio escono ormai dall’allestimento specifico per la città per approdare altrove, Macerata e la sua provincia stanno coinvolgendo sempre più altre realtà italiane, europee, ma anche statunitensi e cinesi. Il Don Giovanni, opera del cartellone dello scorso anno è approdata recentemente in Galizia, a Coruna, dove il Festival di Mozart inizierà l’8 maggio prossimo. La Cina, che è il paese di riferimento per Padre Matteo Ricci, che lì visse, operò e fu sepolto, nel Seicento, quest’anno, in occasione dei 400 anni della morte, ha proposto vari eventi sull’illustre gesuita, che era anche letterato, scienziato e filosofo, in collaborazione con Macerata.

Organizzatore e anima della stagione lirica dello Sferisterio Opera Festival, da qualche anno a questa parte, è il maestro Pierluigi Pizzi, che con cura meticolosa e instancabile lavoro allestisce un cartellone sempre più di qualità, incentrato ogni anno intorno a un tema diverso.

Il Festival 2010 aprirà i battenti il 29 luglio con il Vespro della Beata Vergine di Monteverdi, pubblicato proprio nel 1610. Seguiranno due progetti paralleli: uno allo Sferisterio e uno al Teatro Lauro Rossi.

Il progetto dello Sferisterio comprende tre opere: Faust di Charles Gounod, La forza del destino e I Lombardi alla prima crociata di Giuseppe Verdi. Sono opere diverse ma con situazioni che si ripetono, per cui vengono proposte, come se fossero un’opera sola, nell’arco di tre serate in cui si vuole rivisitare tre grandi momenti del melodramma.
Come ha anticipato il maestro Pierluigi Pizzi, scenografo, regista e costumista delle opere, anche quest’anno i costumi e le scenografie saranno all’insegna della semplicità per dare più rilievo ai valori, nell’intenzione di giungere all’essenza delle cose.

Il progetto del Teatro Lauro Rossi ha in programma un dittico d’eccezione: Juditha triumphans di Antonio Vivaldi, oratorio sacro del 1716, Attila di Giuseppe Verdi del 1846, che si esegue nella stessa giornata, in un teatro qual è quello maceratese che ha un’ottima acustica.

La manifestazione artistica si svolgerà a Macerata dal 29 luglio al 10 agosto e sarà aperta, proprio il 29 luglio, da una conferenza di Massimo Cacciari.

IL CARTELLONE:

*************

AUDITORIUM SAN PAOLO

29 luglio – ore 18.00

conferenza d’apertura sul tema

“A Maggior Gloria di Dio”

*************

SFERISTERIO

29 luglio – ore 21.00

Claudio Monteverdi

Vespro della Beata Vergine

Edizione Ricciardo Amadino, Venezia 1610,

conservata presso il Civico Museo Bibliografico di Bologna

Direttore Marco Mencoboni

Complesso vocale e strumentale del Cantar Lontano

*************

SFERISTERIO

30 luglio, 3 – 7 agosto – ore 21.00

Charles Gounod

Faust

Edizioni Casa Musicale Sonzogno di Piero Ostali, Milano

Direttore Jean-Luc Tingaud

Regia, scene e costumi Pier Luigi Pizzi

Coreografie Gheorghe Iancu

Disegno luci Sergio Rossi

Teodor Ilincai Faust

Alexander Vinogradov Mèphistophélès

Luca Salsi Valentin

William Corrò Wagner

Carmela Remigio Marguerite

Ketevan Kemoklidze Siebel

Annunziata Vestri Marthe

Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”

Maestro del Coro David Crescenzi

Complesso di palcoscenico Banda “Salvadei”

*************

SFERISTERIO

31 luglio, 4 – 8 agosto – ore 21.00

Giuseppe Verdi

La forza del destino

Edizioni Universal Music Publishing Ricordi srl, Milano

Direttore Daniele Callegari

Regia, scene e costumi Pier Luigi Pizzi

Coreografie Gheorghe Iancu

Disegno luci Sergio Rossi

Luca Dall’Amico Il Marchese di Calatrava

Teresa Romano Leonora

Marco Di Felice Don Carlo

Zoran Todorovich Don Alvaro

Elisabetta Fiorillo Preziosilla

Roberto Scandiuzzi Il padre guardiano

Paolo Pecchioli Frà Melitone

Asude Karayavuz Curra

Giacomo Medici Un alcalde

Paulo Paolillo Mastro Trabucco

Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”

Maestro del Coro David Crescenzi

Complesso di palcoscenico Banda “Salvadei”

Pueri Cantores “D. Zamberletti”

*************

SFERISTERIO

1- 5 – 9 agosto – ore 21.00

Giuseppe Verdi

I Lombardi alla prima crociata

Edizioni Universal Music Publishing Ricordi srl, Milano

Direttore Daniele Callegari

Regia, scene e costumi Pier Luigi Pizzi

Coreografie Gheorghe Iancu

Disegno luci Sergio Rossi

Roman Sadnik Arvino

Michele Pertusi Pagano

Sara Allegretta Viclinda

Dimitra Theodossiou Giselda

Andrea Mastroni Pirro

Enrico Cossutta Un priore della città di Milano

Luca Dall’Amico Acciano

Francesco Meli Oronte

Annunziata Vestri Sofia

Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”

Maestro del Coro David Crescenzi

Complesso di palcoscenico Banda “Salvadei”

*************

TEATRO LAURO ROSSI

6 – 10 agosto – ore 18.00

Antonio Vivaldi

Juditha triumphans

Edizione critica a cura di Bernardo Ticci

Direttore Guillaume Tourniaire

Regia, scene e costumi Massimo Gasparon

Disegno luci Vincenzo Raponi

Milijana Nikolic Juditha

Patrizia Biccirè Vagaus

Mary-Ellen Nesi Holofernes

Giacinta Nicotra Abra

Alessandra Visentin Ozias

Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”

Maestro del Coro David Crescenzi

TEATRO LAURO ROSSI

6 – 10 agosto – ore 21.00

Giuseppe Verdi

Attila

Edizioni Universal Music Publishing Ricordi srl, Milano

Direttore Guillaume Tourniaire

Regia, scene e costumi Massimo Gasparon

Disegno luci Vincenzo Raponi

Vitalij Kowaljow Attila

Claudio Sgura Ezio

Maria Agresta Odabella

Antonio Coriano Foresto

Enrico Cossutta Uldino

Alberto Rota Leone


Fonte:

italianotizie

19 marzo 2010