Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Rappresentanti della provincia di Jiangsu a Macerata

Incontro con amministratori e funzionari comunali e del Comitato per promuovere un evento il prossimo mese

Una delegazione della provincia cinese di Jiangsu, è oggi e domani in città per definire insieme agli amministratori e funzionari comunali i dettagli di due eventi che si terranno a Macerata a fine giugno. Si tratta di una mostra sull'artigianato di alta classe Wuxi e sull'antico ricamo Suzhou, nonché di un concerto al Teatro Lauro Rossi dello Jiangsu Group Folk Music Troup che la provincia di Jiangsu ha voluto offrire alla città di padre Matteo Ricci nel IV centenario della morte del gesuita.

L'iniziativa si inserisce nell'ambito dei rapporti di collaborazione instaurati dalla regione Marche con questa provincia cinese, nella cui capitale Nanchino si terrà la prossima tappa della mostra Matteo Ricci. Incontro di civiltà nella Cina dei Ming, che sarà inaugurato il 3 giugno prossimo.

Gli ospiti Alice Zhang e Chen Shenzhang accompagnati da funzionali della regione Marche sono stati accolti dal sindaco Romano Carancini, dall'assessore alla Cultura, Irene Manzi , dal presidente del Comitato celebrazioni ricciane Adriano Ciaffi, dal prof. Filippo Mignini dell'Istituto Matteo Ricci.

Domani effettueranno incontri con i funzionari del Comune e di Macerata Opera e sopralluoghi al teatro Lauro Rossi, al pa giugno proddimo.lazzo Buonaccorsi ed allo Sferisterio.


Fonte:

Padre Matteo Ricci

20 maggio 2010