Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Concerto della nuova Camerata Polifonica di Milano


Proseguono a Macerata le attività culturali legate alla memoria di Padre Matteo Ricci s.j., nell’ambito del IV Centenario a lui dedicato. Sabato 18 settembre 2010, alle ore 21.00, presso la Chiesa di Santa Maria delle Vergini, ci sarà il Concerto della Nuova Camerata Polifonica di Milano, diretta dal M.o Giuseppe Reggiori.
L’ensemble eseguirà, per l’occasione, musiche di Tomás Luis de Victoria, Pierluigi da Palestrina, Claudio Monteverdi, Johann Joseph Fux, Alessandro Scarlatti. Un excursus di brani musicali dal Rinascimento al Barocco, con musica contemporanea a p. Matteo Ricci, coevo degli italiani Monteverdi, Pierluigi da Palestrina e dello spagnolo de Victoria.
La Nuova Camerata Polifonica di Milano, fondata nel 1982, cura in particolar modo, studiandola e proponendola, la Polifonia sacra e profana, e svolge regolarmente servizio presso la Basilica di San Simpliciano a Milano. Il coro ha un repertorio molto ampio proposto al pubblico in molti importanti appuntamenti culturali e concerti.
Il Maestro Giuseppe Reggiori, si è diplomato brillantemente in pianoforte presso il conservatorio "A. Boito" di Parma, affiancando gli studi di composizione e seguendo corsi di direzione d'orchestra. Ha frequentato inoltre, presso l' Istituto Pontificio Ambrosiano di Musica Sacra di Milano, corsi di canto gregoriano, organo e direzione di coro. Numerosi i premi e i riconoscimenti conseguiti a livello nazionale ed internazionale.
Questo evento, che si effettua con la collaborazione della Diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia, è realizzato anche con il desiderio che quei “riflettori accesi su P. Matteo Ricci e sulla nostra Città”- come ha avuto modo di affermare il 31 agosto u.s. Mons. Claudio Giuliodori durante la Festa di San Giuliano, patrono di Macerata - non si spengano,… e per far sì che Macerata sia nel suo cuore e nella sua identità, e non solo anagraficamente, la città di P. Matteo Ricci”.
L’ingresso al concerto è libero.

Ufficio stampa Diocesi di Macerata
Dott. Giuseppe Luppino (Responsabile)
Dott.ssa Francesca Cipolloni (Addetta)

E-mail: stampa@diocesimacerata.it
Curia Vescovile
Piazza San Vincenzo Maria Strambi, 3
62100 - Macerata

Fonte: Chiesa Marche,  23 Gennaio 2010