Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Ricci "star" tra Parigi e Brescia

In Francia una mostra sul gesuita d’Asia, in Lombardia pubblicata la sua prima biografia dell’allievo Aleni

Il 2010 ha visto diverse celebrazioni in occasione del 400° anniversario della morte di padre Matteo Ricci (1552-1610), il missionario marchigiano pioniere dell’annuncio cristiano nella Cina imperiale.

Tra le iniziative più recenti va segnalata una mostra, intitolata appunto «Matteo Ricci», aperta fino al 6 febbraio prossimo al Palais de la découverte di Parigi.

Realizzata dall’Istitut Ricci della capitale transalpina e con il patrocinio l'Académie des Sciences e la collaborazione del Centre d'Études sur la Chine Moderne et Contemporaine, la mostra presenta in 21 pannelli, con disegni evocatori della pittura cinese, il percorso di vita e di missione di Matteo Ricci.

Accanto all’esposizione viene anche proiettato un film di Yu Sanle (durata, 52 minuti) dedicato a Li Madou, come Ricci venne denominato a Pechino. Inoltre, a «contorno» della mostra, sono state organizzati conferenze, convegni e pubblicazioni di testi su argomenti lambiti da Ricci, ad esempio l’astronomia.

A proposito di libri: è appena uscita in italiano un’opera fondamentale per conoscere questo grande missionario.

Si tratta della prima biografia redatta sul gesuita di Macerata, intitolata «Vita del Maestro Ricci, Xitai del Grande Occidente», pubblicata dalla Fondazione Civiltà Bresciana tramite il Centro Giulio Aleni, il gesuita discepolo di Ricci che ne fu il primo biografo. Il testo è stato presentato ieri a Brescia.

Curatore di questa importante traduzione – la prima in una lingua europea – è padre Gianni Criveller, missionario del PIME a Hong Kong, che i lettori di MissiOnLine.org conoscono per la sua rubrica «La porta dell’amicizia» su Mondo e Missione.

Qui puoi leggere un profilo di padre Aleni, biografo di Ricci.

Sul tema padre Criveller ha scritto un agile volumetto «Matteo Ricci. Missione e ragione, una biografia intellettuale» (Pimedit), recensito con favore dal vaticanista Sandro Magister.


Fonte:

MissiOnLine

14 ottobre 2010