Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Stampata in Cina la centomilionesima Bibbia. Primo paese al mondo a raggingere questa quantità

La Cina è diventato il primo paese al mondo per numero di Bibbie stampate. Lo scrive l’agenzia Nuova Cina annunciando la stampa del cento milionesimo esemplare a Nanchino, la città orientale cinese dove ha sede l’unica tipografia autorizzata nel paese a stampare la Bibbia. La Amity PrintingCo.Ltd, ha annunciato, attraverso il suo presidente Qiu Zhonghui, di aver stampato il cento milionesimo esemplare a luglio. La società è una joint venture tra una fondazione cinese e la United Bible Societies e pubblica Bibbie dal 1998, con esenzione della tassazione secondo una politica specifica del governo cinese. La società ha stampato 40 milioni di copie in più di 90 lingue diverse e le ha distribuite in oltre 70 tra paesi e regioni del mondo. In Cina, dove sono state stampate 60 milioni tra mandarino e nove lingue di minoranze etniche, ci sono più di 70 negozi che vendono la bibbia direttamente dallo stampatore Secondo le informazioni dell’agenzia Nuova Cina, nel paese del dragone ci sono più di 16 milioni di cristiani, 55.000 chiese e luoghi di culto, 36.000 missionari e 1000.000 volontari, oltre a 18 scuole bibliche e 1.800 seminari.

08/11/2012


Fonte:

partecinesepartenopeo.wordpress.com

18 marzo 2013