Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Nuova immolazione, 70ma per il Tibet. Una video dedica a Xi Jinping

Nuova immolazione pro Tibet. Quella di Gonpo Tsering e’ la 70ma immolazione da quando questi atti estremi sono cominciati nel febbraio del 2009, la 57ma dal gennaio 2012, la settima dal 7 novembre scorso. La notizia e’ stata data dalla sola agenzia Nuova Cina, mentre non ci sono conferme dalle organizzazioni che si battono per i diritti dei tibetani sia dall’India, dove ha sede il governo tibetano in esilio, sia dalle altri parti del mondo. Normalmente, l’agenzia di stampa cinese o non riporta questo tipo di notizie o lo fa con anche un giorno di ritardo. Secondo le informazioni, Gonpo, 18 anni, si e’ dato fuoco oggi pomeriggio verso le 14 dinanzi al monastero a Hezuo, nella prefettura autonoma di Gannan, all’interno della provincia occidentale del Gansu. Queste sette immolazioni degli ultimi 4 giorni, che rappresentano il numero più alto di tali gesti in una sola settimana, sono coincise con l’inizio del 18mo congresso del partito comunista cinese a Pechino. Oltre al video Gangnam Style dei giovani tibetani con Xi Jinping, da un sito dei giovani tibetani si puo’ anche scaricare una maschera di Xi Jinping e molti si sono fatti fotografare con questa maschera mentre lasciano messaggi sul Tibet. Non solo: c’è anche una bellissima canzone dedicata al futuro presidente cinese, che potete ascoltare qui sotto. Ieri almeno 10.000 persone, tra le quali migliaia di studenti di ogni ordine e grado, erano scese per strada a Rebkong, sede di alcune immolazioni dei giorni scorsi, per manifestare contro il governo cinese. A Pechino, a margine del congresso, un alto funzionario della Regione Autonoma del Tibet, Luosang Jiangcun, ha accusato il Dalai Lama e la sua ”cricca” di istigare i tibetani alle immolazioni. ”Alcune delle persone che si immolano lo fanno per ragioni complesse, personali… altri sono istigati dalla cricca del Dalai Lama”, ha detto alla stampa.

10/11/2013


Fonte:

Partecinesepartenopeo.wordpress.com

15 aprile 2013