Dialogo è accettare l'altro come è e come egli stesso si definisce e si presenta a noi, di non cessare di essere se stessi mentre ci si confronta con il diverso, di essere consapevoli che la nostra identità esce arricchita e non sminuita da chi di questa identità non accetta alcuni elementi, magari anche quelli che noi riteniamo fondamentali. La riconciliazione è possibile, tra i cristiani e nella compagnia degli uomini. (Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose)


Spettacolo teatrale: Giovani e culture a confronto "Dell'Amicizia" Padre Matteo Ricci

Io, Matteo, dell’ultimo Oriente navigai il mare et’ entrai nella Cina alla fama del gran’ Regno e delle nobili virtù del Re loro e de i buoni costumi lasciati da gl’antichi Imperatori.
Quest’anno, nella primavera, passai il monte e , sopra il fiume navigando, arrivai a Nanchino e viddi l’illustre Palazzo regio e con molta mia allegrezza dissi: “non in darno ho fatto questo viaggio”.

Dal Proemio “Dell’amicizia”, P. M. Ricci, a cura di F. Mignini

AllegatoDimensione
Programma121.55 KB